Museo del Ferro e del Chiodo - Forno di Zoldo

Schermata 2014-08-23 alle 14.09.05

Il Museo è sito in un importante edificio storico. Infatti, soprattutto durante il dominio di Venezia, ospitò il Capitano di Zoldo e successivamente fu sede del Municipio. Dopo il restauro nel 1988 il Comune lo destinò a Museo etnografico. A definirne la specializzazione, contribuì il noto studioso Giuseppe Sebesta. Il suo parere scientifico fu determinate per dedicarlo al chiodo, all' "oggetto" che ha caratterizzato a lungo l'economia e la vita della popolazione.

Il Museo, il cui allestimento sta per concludersi, è disposto su due piani. Al primo, il percorso evidenzia didatticamente l'evoluzione della chioderia nel territorio di Zoldo. Partendo dalle miniere di ferro e dall'introduzione in loco del metallo, viene dato risalto all'esistenza del "Forno fusorio di Zoldo", impiegato per la produzione di verghe e verghelle di ferro dalle quali si realizzavano i chiodi.

Ci sono quindi pannelli esplicativi dell'attività mineraria e del trasporto del materiale dalla miniera; vetrine con attrezzi da miniera, gigantografie del forno fusorio del '700 e dello schema del suo funzionamento; la ricostruzione del maglio e le illustrazioni del suo funzionamento; ricostruzioni di forge da fucina e di vari tipi di alimentazione, di diversi esemplari di mantice e pompa idraulica; vetrine con accessori da forgia e relativa rappresentazione iconografica.

Al secondo piano, con analogo supporto di didascalie e immagini, si trova una serie di chiodi diversificati con spiegazione del loro utilizzo e individuazione della loro diffusione nel Veneto.
Ancora, sono illustrate le fasi attraverso le quali si ricavava il chiodo; sono presentati vari tipi di chiodi; diversi modelli di incudine e relativi ceppi di sostegno; l'uso locale del chiodo è anche evidenziato ricorrendo alla terminologia dialettale.

Mediante documentazione originale, è pure ricostruito il commercio dei chiodi e il lavoro del chiodaiolo, sia quando lo eseguiva da solo, sia in gruppo consorziato in cooperativa.

Indirizzo
Via San Francesco, 15 - Forno di Zoldo (BL)
Tel. 0437 787811 (Museo)
Tel. 0437 78144 (Comune)


Il Museo del ferro e del chiodo di Forno di Zoldo riaprirà sabato 20 giugno con i seguenti orari:

Giugno
sabato e domenica 10.00-12.00 / 16.00-18.00
Luglio
martedì e giovedì 16.00-18.00
sabato e domenica 10.00-12.00 / 16.00-18.00
Agosto
martedì e giovedì 16.00-18.00
sabato e domenica 10.00-12.00 / 16.00-18.00
Da lunedì 10 agosto a venerdì 21 agosto aperto tutti i giorni dalle 16.00 alle 18.00.
Settembre (fino a giovedì 17)
martedì e giovedì 16.00-18.00
sabato e domenica 10.00-12.00 / 16.00-18.00
Dal 19 settembre
sabato e domenica 10.00-12.00 / 16.00-18.00
Sono possibili le visite guidate al Museo e alla Fusinela di Pralongo con gruppi di almeno 5 persone da prenotare almeno nei due giorni lavorativi precedenti telefonando alla segreteria del Comune: +39 0437 78144.

Schermata 2014-08-23 alle 14.08.36

(Testi e foto tratti dal sito www.museipiavemae.com

 

 

--

EN

Situated in the old Palace of the Capitanato, the Iron and Nail Museum aims at offering an analysis of the nail industry in the Val (Valley) Zoldana, but also of mining and metallurgic history, dating back of the 13th century, and of the professional skills on which this production was based. Different types of nails and smith work tools are exhibited, together with the reconstruction of a nail maker’s work position. Hinges, locks and tools for working the land and to be used in the woods are also exhibited, supported by reproduction of maps and photographs.

--

DE

Das Museum befindet sich in dem alten Palazzo del Capitano. Kern des Museum ist die Bedeutung des Nagels für Zoldo; es wird aber allgemeiner die Geschichte des Bergbaus und der Metallverarbeutung seit dem 13. jahrhundert gezeit. Viele verschiedene Typen von Nägeln sind hier ausgestellt, wie auch Werkzeuge der Schmieder, Angler, Scholosser sowie das Werkzeug für Waldarbeiten und Ackerbau. Das wird verdeutlicht auch durch Reproduktionen von Ansichtskarten, Karten und Fotografien. Es gibt dazu die Rekonstruktion der Stellung eines Nagelfabrikanten.

Orari di apertura

Ufficio Pro Loco 

Dal lunedì al venerdì dalle 10:00 alle 12:30 e dalle 15:00 alle 18:00

Sabato dalle 9:00 alle 12:30 e dalle 14:00 alle 18:00

CHIUSO DOMENICA E FESTIVI 

Museo "Longarone Vajont Attimi di storia"

Dal lunedì al venerdì dalle 10:00 alle 12:30 e dalle 15:00 alle 18:00

Sabato e domenica dalle 9:00 alle 12:30 e dalle 14:00 alle 18.00

CHIUSO I FESTIVI

Info Tourist 

Dal martedì alla domenica con orario continuato: 9:00-16:00 (fino al 1/9/19)

CHIUSO LUNEDì